Bonus gas - Pratiche CCIAA - Agenzia Entrate - Centro elaborazione dati e raccolta CAF a Zelo Buon Persico (Lo)

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bonus gas

BONUS GAS

A partire dal 15 dicembre è possibile presentare presso il proprio Comune di residenza e i CAF convenzionati la domanda per accedere al Bonus Gas. Il Bonus Gas è l’agevolazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas naturale. La misura è stata introdotta dal Ministero dello Sviluppo economico secondo modalità definite dall’Autorità per l’energia elettrica ed il gas (delibera ARG/gas 8809 e s.m.i.) per dare sostegno alcune categorie economicamente disagiate. Hanno accesso al Bonus Gas (per la fornitura nell’abitazione di residenza) i clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro, nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro. Sono quindi confermati gli stessi parametri economici stabiliti per accedere al Bonus Energia per disagio economico.

NB: Per le domande presentate entro il 30 aprile 2010, il Bonus avrà valore retroattivo al 1° gennaio 2009.

Le categorie di beneficiari

In base a quanto stabilito dalla delibera ARG/gas 88/09 e s.m.i., vengono individuate due distinte categorie di beneficiari:
La prima, ovvero i Clienti domestici diretti, include i clienti finali titolari di un contratto di fornitura di gas naturalein un punto di riconsegna (PDR).
La seconda, ovvero i Clienti domestici indiretti, raggruppa le persone fisiche che utilizzano un impianto condominiale (centralizzato) alimentato a gas naturale asservito a un punto di riconsegna (PDR) .


Il valore del Bonus

Il Bonus è determinato ogni anno dall’Autorità per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte).
Il valore del Bonus sarà differenziato:

per tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda; solo riscaldamento; oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme);
per numero di persone residenti nella stessa abitazione;
per zona climatica di residenza (in modo da tenere conto delle specifiche esigenze di riscaldamento delle diverse località).


Ad esempio, per l’anno 2009, il Bonus può variare da un minimo di 25 euro ad un massimo di 160 euro per le famiglie con meno di quattro componenti, oppure da un minimo di 40 euro ad un massimo di 230 euro per le famiglie con più di 4 componenti.


La modulistica

I moduli predisposti per presentare istanza di ammissione al regime di compensazione per la fornitura di Gas naturale sono diversi a seconda della tipologia d'utenza per la quale si richiede l'agevolazione:
1) Modulo A_Gas – forniture individuali (clienti domestici diretti che utilizzano una fornitura autonoma).
2) Modulo B_Gas– forniture individuali + centralizzate (per i clienti domestici diretti che sono serviti anche da un impianto condominiale centralizzato).
3) Modulo C_Gas – forniture centralizzate (Per i clienti domestici indiretti, serviti solo da impianto condominiale centralizzato).
4) Modulo D_Gas – per l'ammissione al regime di compensazione per la fornitura di gas naturale in caso di cessazione della fornitura.
5) Modulo E_elt – Autocertificazione figli a carico (il modulo va compilato nel caso di famiglie numerose per l’indicazione dei 4 o più figli a carico).
6) Modulo F_Gas – per la delega di un terzo all'incasso del bonifico domiciliato.



Torna ai contenuti | Torna al menu